Satellite
  • Day5

    Days in North England

    July 29, 2017 in the United Kingdom ⋅ ⛅ 15 °C

    Al terzo giorno ci si ambienta. Si riprende confidenza con il paesaggio circostante e si torna in armonia. Ritorna, come per magia, l'abitudine di guardare prima a destra e poi a sinistra quando si attraversa la strada, non si fa più caso alla coda per il caffè e anche i tuoi bioritmi prendono sfumature più nordiche e meno latine.
    Il pranzo diventa la classica "pie" e si inizia la ricerca spasmosdica di un raggio di sole, si iniziano a capire i commenti della gente intorno a te e si risponde in automatico quando qualcuno ti chiede qualcosa.
    È il paese dell'"early bird"; che poi un giorno dovrò effettivamente capire perchè mettere in mezzo quel povero uccellino per saziare la mia fame anticipata.
    È il paese del teatro, quello alle 19.30 che tanto amo, quello che ti da la possibilità di una birra post show se ne hai voglia o di bere il vino seduto al tuo posto mentre lo spettacolo va (ok... ammetto che su questo faccio ancora fatica).
    È il paese della totale assenza di stagioni: per uno cresciuto in Italia da fine luglio e fine agosto si è abituati a vedere il nulla più totale, negozi chiusi, lavori ovunque. Qui non cambia praticamente nulla, o quasi. I negozi sono aperti, i lavori ci sono, ma tanto ci sono anche a dicembre, magari non potrò sorseggiarmi uno spritz all'aperto, ma almeno alle 4 del pomeriggio posso uscire di casa.
    Pro e contro.
    In fondo la nostra vita è fatta di pro e contro. Li accettiamo costantemente cercando di aggiungere qualche "pro" in più alla nostra lista. O magari si tratta solo di vedere il bicchiere mezzo pieno, cosa che abitualmente io non faccio, ma che in Inghilterra, ogni tanto, mi riesce.
    Read more