Zara, Zaravecchia, Spalato, Trogir, Ragusa, Perasto, Kotor, Budva, Sebenico, Parco Krka, Abbazia
  • Explore, what other travelers do in:
  • Day7

    Abbazia

    August 26, 2017 in Croatia ⋅ ⛅ 32 °C

    Abbazia (Opatija) è una città situata nella baia del Quarnero e ha la più lunga tradizione nel settore del turismo della Croazia, 170 anni. È spesso chiamata la perla dell’Adriatico. Abbazia si è sviluppata dall’abbazia benedettina di San Giacomo che fu menzionata per la prima volta nel 1453. C’erano 250 abitanti ad Abbazia che erano principalmente impegnati nell’agricoltura, la pesca e gli affari marittimi.
    Gli inizi del turismo sono stati segnati nel 1844 quando Iginio Scarpa, patrizio da Fiume, ha costruito ad Abbazia una villa e l’ha chiamata Angiolina con il nome della sua moglie defunta. Abbazia cominciò a svilupparsi intensamente sotto il dominio dell’impero austro-ungarico. Nel 1889 Abbazia fu proclamata il resort climatico. È diventata una destinazione popolare e molte persone famose l’hanno visitata: James Joyce, Giacomo Puccini, Franz Joseph, Isadora Duncan…
    La prima cosa da visitare ad Abbazia è la famosa passeggiata lungo il mare di 12 km che è stata costruita nel 1911. Camminando lungo la passeggiata vedrete le lussuose ville – esempi di architettura della Secessione nonché il simbolo di Abbazia, Ragazza col gabbiano.
    Passeggiate lungo la croata Walk of Fame e vedete l’omaggio a tutte le persone il cui lavoro (scientifico, culturale, sportivo, artistico) ha contribuito alla promozione della Croazia.
    Abbazia è conosciuta per i suoi numerosi parchi belli e ben curati. Tra i più noti è il Parco Angiolina dalla seconda metà del XIX secolo. Il parco ha un tocco romantico con oggetti decorativi come la Casa svizzera, il Padiglione musicale… Il parco ha alcune delle piante esotiche del Caucaso e della California, nonché banani e datteri. Il parco di San Giacomo si trova all’interno della protetta parte storica della città. È più volte stato premiato come il più bel parco della Croazia.
    Visitate la Villa Angiolina in cui si trova il Museo croato del turismo.
    Per quanto riguardano le chiese, le chiese più significative di Abbazia sono la chiesa di San Giacomo costruita nel XV secolo, la chiesa di Nostra Signora dell’Annunciazione e la chiesa evangelica.
    Durante l’estate, Abbazia ospita numerosi eventi, concerti e mostre in luoghi interessanti come il Teatro all’Aperto, il Padiglione dell’arte Juraj Sporer…
    Nel mese di luglio si svolge il Festival Liburnia Jazz durante il quale suonano molti famosi artisti internazionali e nazionali, nei parchi, sulle barche o stadi aperti.
    Read more

  • Day6

    Zaravecchia: svago in spiaggia

    August 25, 2017 in Croatia ⋅ ☀️ 32 °C

    Zaravecchia (in croato Biograd na moru) è una deliziosa cittadina marittima che occupa una piccola penisola 27 km a sud di Zara. Si trova nella parte più frastagliata della costa adriatica ed è circondata da tre parchi nazionali (Paklenica, Kornati e Krka). Una bellezza naturale mai vista, il ricco patrimonio storico e culturale e la variegata offerta turistica fanno di Zaravecchia una delle destinazioni più gettonate della Croazia.
    Situata lungo la principale strada dell'Adriatico, a metà strada tra Zara e Sibenik, Zaravecchia è facilmente raggiungibile con qualsiasi mezzo. Ancora più facile è trovare un alloggio confortevole e soddisfacente, poiché ci sono numerosi hotel, insediamenti turistici e campeggi. La maggior parte degli hotel di Zaravecchia sono a quattro stelle, come l'Adriatic, Ilirija o Kornati. Se preferisci un'atmosfera più domestica e intima, ci sono praticamente infinite opzioni private tra cui scegliere, dalle semplici stanze alle lussuose case di villeggiatura.
    Grazie alla sua posizione geografica favorevole, Zaravecchia è tra le destinazioni preferite al mondo da chi possiede uno yacht. La sua costa frastagliata con le numerose insenature nascoste, le marine moderne e impeccabilmente equipaggiate, la vicinanza dell'arcipelago Kornati, sono solo alcune tra le ragioni che ogni anno spingono sempre più amanti della barca a vela a visitare Zaravecchia.
    Come altre località della Riviera di Zara, Zaravecchia gode di un impeccabile mare chiaro, bellissime e variegate spiagge con ricchi servizi per turisti e attività addizionali. La più visitata è la spiaggia principale della città, Drazica, coperta di ciottoli fini e sabbia. E' stata premiata con la bandiera blu ed offre numerose attrazioni: cocktail bar, sport acquatici, un grande scivolo sull'acqua, piscine d'acqua salata, campi sportivi, aree giochi per bambini, ecc. Se vuoi passare del tempo in tranquillità in spiaggia, puoi visitare la bella baia Soline o la Crvena Luka, una delle più belle spiagge sabbiose della Dalmazia.
    Nel caso ti stanchi di prendere il sole e fare il bagno, puoi esplorare il ricco patrimonio culturale e i monumenti storici della città. Zaravecchia è una antica città dei re croati e nell'Alto Medioevo vi si svolgevano le cerimonie di incoronazione. Ci sono numerosi resti conservati dal periodo dell'Antica Roma, come villae rusticae e l'acquedotto romano; ci sono anche chiese medievali e barocche (San Giovanni, Sant'Anastasia, ecc.).
    Alcuni chilometri a nord di Zaravecchia c'è un'incredibile riserva naturale, il Lago Vrana. E' il più grande lago naturale della Croazia ed è una destinazione importante per gli amanti dei volatili da tutto il mondo. Oltre 250 specie di uccelli di palude fanno il nido in quest'area; per questo il Lago Vrana è stato incluso nella lista europea delle Aree degli Uccelli Importanti. E' anche un'eccellente destinazione per una breve gita per gli amanti della bicicletta, poiché è circondato da 40 km di pista ciclabile; inoltre grazie alla varietà delle specie di pesci, è un'opportunità ideale per provare la pesca sportiva.
    Read more

  • Day6

    Parco Krka

    August 25, 2017 in Croatia ⋅ ☀️ 29 °C

    Il parco Nazionale delle Cascate Krka si trova nell'entroterra di Sibenik (da cui dista 13 km) nella Contea si Sibenik-Knin (Dalmazia Settentrionale), a 80km da Zara e 54km da Trogir. Il Parco Krka è uno dei più bei parchi della Croazia, costituito nel 1985 copre un’area di 109kmq della parte più spettacolare del corso del fiume Krka e del tratto inferiore del fiume Cikola. Contando anche la parte di fiume sommersa alla bocca il fiume Krka è lungo 72.5km (il ventiduesimo fiume in Croazia per lunghezza) . Nasce ai piedi dei monti Dinara, 2.5 km a nordest di Knin e con le sue 7 cascate e una differenza di altitudine di 242m costituisce un importante fenomeno carsico, caratterizzato dalle cascate di travertino.
    Il Fiume Krka ha 7 cascate, la più conosciuta è Skradinski Buk, è l’ultima e più grande cascata. Si trova a 13km da Roski Slap e a 49 km dalla sorgente del fiume. Le barriere di travertino di questo tratto sono il risultato dell’unione delle acque del fiume Krka con 3 km del corso più basso del fiume Cikola a Roski Slap. Le acque del fiume Krka e del fiume Cikola riunite scivolano sui 17 gradini di Skradinski Buk che coprono una lunghezza di 800m – le cascate sono larghe dai 200 ai 400 m e coprono un dislivello totale di 45m. Sopra questo tratto di fiume è stato costruito un camminamento percorribile in 60 minuti che attraversa il bosco. Su tragitto si incontrano alcuni mulini ad acqua restaurati, alcuni di questi edifici sono stati trasformati in piccole botteghe di souvenir e ristoranti, mentre altri fungono da musei etnografici.
    Sulla riva sinistra del fiume si trovano i resti del primo impianto idroelettrico della Croazia – Jaruga I – che cominciò ad operare il 28 agosto del 1895, due giorni dopo il più famoso impianto idroelettrico delle cascate del Niagara, e continuò a lavorare fino alla Prima Guerra Mondiale quando venne smantellato per motivi militari. Skradinski Buk può essere raggiunto via terra seguendo la strada Sibenik-Tromlja-Lozovac o la strada Drnis-Tromilja-Lozovac . L’ingresso di Lozovac è l’ingresso principale al Parco Nazionale Krka. Da Skradin è possibile arrivare con la strada Sibenik-Tromilja-Skradin o Knin-Drnis-Tromilja-Skradin, oppure via nave navigando il canale Sibenik-lago Prukljan-Skradin fino a Skradinski Buk. Da sprile a novembre le imbarcazioni del Istituto Pubblico del parco Nazionale Krka effettuano il collegamento fino al parco.
    Roski Slap è la sesta e penultima cascata, i locali chiamano la serie di cascate che la formano “collana” per la bellezza della vegetazione unita ai mulini. Si trova a 14km dalla cascata Miljacka, prende il nome dalla fortezza collinare Rog (corno) le cui rovine sono parzialmente visibili. Il canyon in questa parte del corso del fiume si allarga e prende la forma di un iimbuto: l’inizio delle barriere di travertino è costituito da una serie di piccole cascate (chiamate collana), mentre a metà corso si trovano piccole isole e stagni. La barriera ha una lunghezza di 650m con larghezza massima di 450 m e un dislivello di 22,5m. La cascata principale si trova alla fine della barriera e compie un salto di 15 m nel lago Visovac. Sulla riva destra della cascata si trova l’impianto idroelettrico di Roski Slap costruito nel 1910, mentre sopra la cascata si trova una strada costruita dai Romani... Su entrambe le rive si trovano poi i mulini ad acqua che sono stati restaurati e resi di nuovo funzionanti. Di fianco ai mulini si trovano una filanda e un lavatoio per lavare i tessuti filati che hanno valore di monumento storico. Roski Slap è raggiungibile via terra con la strada Sibenik-Pakovo-Kljuc-Siritovci o con la strada Sibenik-Skradin-Dubravice-Rupe-Laskovica, ma anche via fiume da Skradinski Buk con imbarcazione dell’Istituto del Parco Nazionale Krka.
    Read more