France
Notre-Dame de Fourvière

Discover travel destinations of travelers writing a travel journal on FindPenguins.

12 travelers at this place

  • Day35

    Lyon - more just as expected

    August 25, 2019 in France ⋅ ☀️ 26 °C

    Exploring Fourviere - the part of Lyon on the western side of the River Saone, home to the Notre Dame de Fourviere Cathedral that dominates the Lyon skyline.

    Two funicular railway lines start side by side at the foot of the hill, one going to Notre Dame and the other to the Roman ruins. It was at the Roman Theatre I tried my best Friends, Romans Countrymen but struggled without any friends or Aussies an the Romans had come and gone.

    At the bottom of the hill is Lyon's other cathedral, the Cathedral de Lyon, aka Cathedrale de Saint Jean Baptiste.
    Read more

  • Day10

    Morning in Lyon

    September 27, 2018 in France ⋅ ⛅ 24 °C

    From the Romans to the Nazis, Lyon has been an integral part of the history of France. This very liveable city has all of the advantages of Paris without the hassles. The city was here before the Romans made It their capital of Gaul. I have long wanted to come here because it was the seat of the episcopacy of one of the early Church Fathers, Irenaeus, Bishop of Lyon. Reluctant to support the French Revolution of 1789, Lyon was erased from the map by Rebespierre. Napoleon restored it and enriched it by making it a textile center. We saw a demonstration of silk weaving on a two-hundred-year-old jacquard loom. During WW II the city was part of the Vichy government. Many pass throughs called trabels enabled the resistance to defeat the Germans. SS officer Claus Barbee was tried and imprisoned here for war crimes. Now Lyon is France’s fastest growing city.Read more

  • Day14

    Basilica Notre Dame Fourviere

    September 25, 2019 in France ⋅ ☁️ 19 °C

    Lyon may not have the seven hills of Rome, but it's hills still play an important role in its settlement due to the the various conflicts to control them. Together with the confluence of two major rivers, the Rhone and the Soane they have given Lyon a long and sometimes bumpy history. At least they provide a funicular to get us up the hills for a look around.
    At the top of this hill is an area called Fourviere. And what do you put on top of a hill? A basilica of course. This one was built after the Prussians had been at the gates threatening to take the the town. The people promised that if the city were spared they would build a great basilica - it was and they did.
    Read more

  • Day1

    Lione: Basilica di Notre-Dame de Fourviè

    October 13, 2018 in France ⋅ ☀️ 21 °C

    La Basilica di Notre-Dame de Fourvière è una delle chiese più famose della Francia. Situata sull’omonima collina che sovrasta Lione, viene considerata uno dei simboli indiscussi della città, e tappa obbligata se visitate la capitale della Rhône-Alpes.
    La Basilica di Notre-Dame de Fourvière, uno dei simboli di Lione e tra le chiese più belle dell’intera Francia, domina la città dalla collina di Fourvière, sul sito dove, in epoca romana, sorgeva l’antico Foro Traiano (Forum Vetus, da cui il nome ‘Fouvière’).
    Anche per la sua posizione ‘strategica’, quasi a vegliare sulla città, la Basilica di Notre-Dame de Fouvière è uno degli edifici a cui i lionesi sono più affezionati, oltre che meta turistica per circa 2 milioni di visitatori l’anno che si recano in vacanza nella capitale del Rhône-Alpes.
    La storia della Basilica inizia nel 1168, quando Olivier de Chavannes costruì una cappella a Fourvière, proprio sopra le rovine dell’antico sito romano; inizialmente, la cappella fu dedicata a San Tommaso e alla Vergine. Dopo aver conosciuto secoli di distruzioni e di ricostruzioni, nel 1853 il cardinale De Bonald crea la cosiddetta ‘Commission de Fourvière’, che ha lo scopo di raccogliere fondi per l’acquisto dei terreni necessari alla costruzione di una nuova chiesa; grazie ai pellegrini sorti da diverse parti della Francia e d’Europa, il progetto prende finalmente forma.
    Tuttavia, in una fase iniziale il progetto era quello di ristrutturazione della vecchia chiesa; solo nel 1866 fu approvato il progetto della costruzione di un edificio ex-novo.
    Nel 1870, però, vi fu lo scoppio della guerra tra Francia e Prussia: i lionesi, allora, implorano monsignor Ginoulhiac di esprimere un voto alla Madonna di Fourvière per far sì che la città non venisse distrutta. Quando tale desiderio venne esaudito, e la città si salvò, cominciarono i lavori effettivi di costruzione della chiesa, dedicata appunto alla Vergine Maria.
    I lavori, cominciati nel 1872, terminarono nel 1884; dopo la malattia dell’architetto Bossan, fu Sainte-Marie Perrin ad occuparsi della costruzione dell’edificio. Tuttavia, la Basilica di Notre-Dame de Fourvière può dirsi completata solo nel 1964, quando vengono inseriti i mosaici, le sculture e le vetrate. La Basilica di Notre-Dame, insignita del titolo di basilica minore nel 1897, è patrimonio mondiale dell’Umanità dal 1998.
    La prima pietra posta nel 1872 è conservata, decorata da gigli, in fondo alla scalinata della facciata principale. Da ammirare, all’esterno, sono soprattutto le meravigliose sculture di Giuseppe Belloni, come ad esempio la raffigurazione di Davide e Golia (sul portale d’ingresso) e il Giudizio di Salomone (sulla torre di giustizia).
    L’edificio, lungo 35 m e largo 86 metri, presenta inoltre quattro torri merlate dell’altezza di 48 metri, – che conferiscono alla Basilica il nomignolo di ‘Elefante rovesciato’ – che rappresentano le quattro virtù cardinali: Forza, Giustizia, Prudenza e Temperanza; in quest’ultima (dopo 287 gradini) si accede alla terrazza di Saint-Michel, dove potrete godere di una vista impareggiabile su Lione e sulle Alpi; da qui potrete anche ammirare la statua di San Michele che uccide il drago, scolpito da Millefaut, autore anche degli angeli cariatidi posti sopra gli archi. Sulla meravigliosa porta bronzea progettata da Saint-Marie Perrin, invece, sono rappresentati l’Arca di Noè e l’Arca dell’Alleanza.
    Ma sono indubbiamente gli interni a lasciare di stucco il turista. Nella chiesa, colpisce la luminosità delle vetrate e la varietà delle decorazioni; sulle pareti, sono inoltre incisi i nomi di tutte le parrocchie che hanno contribuito alla realizzazione della Basilica di Notre-Dame di Fourvière. La Basilica è divisa, come detto, in tre navate, sormontate da tre cupole con tre gruppi di immagini che rappresentano il rapporto di Maria con la Trinità.
    Da notare il bellissimo tabernacolo, circondato da dieci angeli alati, con sopra una statua della Vergine Maria, scolpita da Millefaut in marmo di Carrara. Nelle otto cappelle, noterete inoltre le opere dello stesso Millefaut, di Larrivé, Castex, Puech, Dufraine ed altri ancora. Oltre ai magnifici mosaici parietali, da segnalare è anche il meraviglioso organo realizzato dalla ditta Michel Merklin di Lione.
    Se siete nella Basilica, sarà impossibile per voi non visitare la magnifica cripta, a cui si accede tramite la splendida scala in marmo rosso realizzata da Sainte-Marie Perrin. L’ambiente che troverete è meraviglioso, avvolto dalle tenebre che simboleggiano l’ignoranza dell’uomo prima della venuta di Cristo: siete nell’ampia cappella dedicata a Giuseppe; è da qui che nasce il contrasto con la luminosità della chiesa superiore. Noterete, inoltre, i medaglioni che rappresentano i peccati capitali, sul pavimento intorno all’altare; sopra, un enorme statua di Giuseppe con il Bambin Gesù, ad opera dello scultore Fabisch.
    Read more

You might also know this place by the following names:

Notre-Dame de Fourvière, Notre-Dame de Fourviere

Join us:

FindPenguins for iOSFindPenguins for Android

Sign up now