Spain
Castropol

Discover travel destinations of travelers writing a travel journal on FindPenguins.
Add to bucket listRemove from bucket list
Travelers at this place
    • Day13

      13. Etappe von Ribadeo bis Lourenza

      May 30 in Spain ⋅ ☁️ 13 °C

      Motto des Tages: Reisen ist die Sehnsucht nach dem Leben (Kurt Tucholsky)

      In Galizien angekommen verlassen wir heute den eigentlichen Küstenweg (Camino del Costa) und begeben uns auf den Nördlichen Weg (Camino del Norte). Ab hier sind die Camino Wegzeichen mit Kilometerangaben bis zum Endziel Santiago de Compostella versehen. Laut Planung haben wir heute ca. 20 Kilometer auf dem Tacho. An unserem Ziel nach einer anstrengenden Bergtour angekommen, war die Albuerge schon belegt. Eine kurze Nachfrage, wo denn die nächste Herberge oder Pension zu finden sei, wurde freundlich aber bestimmt wie folgt beantwortet: Die nächsten beiden Albuerges por Pelegrinos (Pilger) seien geschlossen!😩😩😩 Die nächste sei in Lourenza ca. 9 Kilometer entfernt, würde aber nur bergab gehen ( bis auf 2 Kilometer steil bergauf😂😂😂). So erreichten wir um ca. 17:00 Uhr unsere charmante Unterkunft aus den sechziger Jahren. Über Booking.com gebucht ein Deluxe Zimmer mit Queensize Bett! Alles ziemlich übertrieben, aber je näher man Santiago de Compostella kommt, desto voller, teurer und fragwürdiger werden die Unterkünfte. Unsere Unterkunft gestern war preiswerter und mit Schwimmbad und Jakuzi am Hafen deutlich besser. Hier sind zwei Damen am Werk, die wissen, wie sie Geld generieren. Sogar eine kleine Bar ist im Untergeschoss integriert. Aber wir pilgern ja und wollen spartanisch im Sinne der Pilgerfahrt leben. Auch ein bisschen Kirchenkultur haben wir heute eingebaut.

      Lourenzá hat eine große Vergangenheit. Es entstand rund um die Gastfreundschaft und Arbeitsamkeit des Benediktinerklosters, das der Graf Osorio Gutiérrez (der “heilige Graf”) 969 gründete. Laut Legende stammt der Ortsname Lourenzá von den Namen seiner beiden Kinder Lourenzo und Ana ab.
      Das heutige Klostergebäude ist ein spektakulärer Barockbau, dessen Kirche ab 1732 errichtet wurde. Ihre Fassade war Vorbild für die Hauptfassade der Kathedrale von Santiago de Compostela. In der Valdeflores-Kapelle (18. Jahrhundert) befindet sich der frühchristliche Marmorsarkophag (6. Jahrhundert), den der Graf Gutiérrez im 10. Jahrhundert aus Aquitanien brachte, auf dass sein Körper ewig in ihm ruhe. Weitere Barockwerke Lourenzás sind die Kapelle Nuestra Señora de Valdanera und der beeindruckende Reliquienaltar des Klosters. Der prächtige Hauptaltar ist klassizistisch, seine Bildnisse wurden von Ferreiro geschnitzt. Das Museum für religiöse Kunst erhöht das kulturelle Potenzial der Ortschaft.
      Read more

      Traveler

      Ihr werdet viele, viele tolle Geschichten zu erzählen haben wenn ihr zurück seid!!!

      5/30/22Reply
      Traveler

      Das war eine klasse Beschreibung dieser Etappe. Es zeigt, man hat sich mit der reichhaltigen Geschichte der Region befasst. Wunderbar auch die Aufnahmen, ich kann mich nur wiederholen und bin aufgrund dieser Bilder irgendwie mit auf dem beschwerlichen Weg. Ich genieße diese fabelhafte Kombination der Beschreibung des Erlebten von euch. Weiterhin gutes Gelingen eurer Begehung des Jacobweges. Bleibt gesund .

      5/30/22Reply
      Traveler

      Die beiden Fotos mit dem Wegweiser und die mit dem Bach sehen sich schon ziemlich ähnlich.....sind das Suchbilder mit 5 Fehlern, wo man etwas gewinnen kann?

      5/31/22Reply
       
    • Day35

      todavía mejor

      May 25 in Spain ⋅ ⛅ 18 °C

      Die ersten 10km laufen sich heute wie von selbst und dann sind wir wieder am Meer😊, die Sonne kommt raus, im Hafen öffnet die erste Bar👍🍺. Weiter gehts und an der traumhaft schönen Bucht bleiben wir hängen und wollen nicht weiter gehen... Unser Ziel ist heute Ribadeo- die letzte Station am Meer und die Erste in Galicien.Read more

      Traveler

      Eine Park und Wiesenlandschaft wie im Münsterland. Eure Unterkunft ist gut getarnt.😊wenn ihr noch eine Bar findet könnt ihr Barshippen!🍻

      5/25/22Reply
      Traveler

      Ein Träumchen😍

      5/25/22Reply
       
    • Day134

      Ribadeo

      July 29 in Spain ⋅ ⛅ 21 °C

      Kleiner feiner Stellplatz direkt am Meer mit minimaler Schräglage - Perfekt 👍🏼
      Bromance bei den beiden Bros! 🤍
      Am nächsten Morgen gibt es Blaubeerpfannkuchen um die hungrige Meute zu besänftigen 🫐

    • Day8

      Tag 8

      September 10 in Spain ⋅ ⛅ 24 °C

      Nach unserer Tour nach Ripadeo sind wir mit dem Bus gefahren um an den Camino frances zu gelangen.
      Unser Zwischenstopp war in Lugo einer sehr schönen Stadt. Im Anschluss ging es mit dem Bus weiter nach xxxxRead more

      Traveler

      Hallo Bentina, Barbara, Gudrun & Wolfgang,

      Traveler

      Wohlbehütete 👒 Frauen betreut von einem Quotenmann 😉seht ihr alle sehr glücklich und zufrieden aus !

      Traveler

      Weiterhin gute Wanderlust🥾🥾 wünscht Petra Sö-Mi 🩴🩴

       
    • Day7

      Die Leiden des Pilgerers

      August 6 in Spain ⋅ ⛅ 20 °C

      Noch 200Km sind es bis nach Santiago...
      Doch die vielen Km hinterlassen Spuren. Die Füße spüren wir, kleine Blasen kommen, doch es geht weiter.
      Die nächsten zwei Tage stehen große Etappen an, dass Gute ist, die Füße tragen einen weiter, ihnen ist egal wie motiviert man ist.
      Da so langsam aber der Endspurt ansteht, geht es mit der Motivation ganz gut 😉
      Heute nochmal frisch gestärkt geht es morgen nach Lourenza.
      Read more

      Traveler

      Ab hier darf auch schneller gepilgert werden🙈

      8/6/22Reply
      Traveler

      Traumhafte Landschaft 👏 !! Da schafft ihr die letzten 200km auch noch! ✊️ Wieviel km seid ihr schon gepilgert???

      8/6/22Reply
      Traveler

      Insgesamt bis hier ca. 680 Km

      8/7/22Reply
      2 more comments
       
    • Day17

      Into the west

      April 28, 2021 in Spain ⋅ ⛅ 13 °C

      Giddyup! Heading west once more after leaving the rather wet and dreary Picos (we’ll be back!)...we drive, on, and on, through some spells of sunshine and some rain showers and some very quiet coastal stop-offs. Lunch over a beach, new wild flowers a begging and a view for the soul...later a game of frisbee in three secluded shores separated by rock formations... and a spontaneous dip to rescue said frisbee...by night we finally arrived at the pier in Foz. Perfect for a night before we head down further in Galicia!Read more

      Traveler

      If you ever go near Los Picos again don’t forget to enjoy the Sidra, poured high ! ... a shirt at a time. With their fine pork charcouterie..... among my best travel memories !!!

      5/2/21Reply
      Traveler

      Mmmmm will have to try next time. Nothing really open this time for us...

      5/3/21Reply
       
    • Day33

      Playa de Penarronda - letztes Mal Küste

      June 15 in Spain ⋅ ⛅ 24 °C

      Es geht endlich mal wieder am Meer entlang. Das versteckt sich vor uns allerdings den ganzen Tag im Nebel.

      Wir haben extra ein paar Kilometer vor Ribadeo ein Strand-Hostal gebucht, um bei angesagten 23 Grad und leichter Bewölkung baden zu gehen. Daraus wird ein Strandspaziergang im Nebel. Man sieht keinen Horizont und schon nach 100 Metern ist auch das Hotel nur noch zu erahnen.

      Die kurze Strecke heute tut uns und unseren Füßen aber gut, ein bisschen Erholung muss auch mal sein!
      Read more

    • Day28

      Ribadeo and 'Seven Nation Army'

      June 21 in Spain ⋅ 🌧 15 °C

      "And I was thinking to myself
      This could be Heaven or this could be Hell"
      (The Eagles - Hotel California)

      Ho dormito solo 5 ore stanotte, con altrettanti risvegli, e mi sento come un uccellino finito sotto ad un camion.
      Prendo il caffè della macchinetta sperando che possa darmi il boost che mi serve, ma niente riesce a darmi la carica.
      Il corpo oggi si rifiuta di obbedire a quello che voglio, sbadiglio ogni due secondi e i miei occhi chiari hanno difficoltà con la luce. Quando sono stanco, l'astigmatismo si fa sentire di più.
      Può capitare dopo un mese di cammino un giorno di malessere, e anche se l'unica cosa che davvero vuoi è che niente di tutto questo finisca sei così stanco nel tuo corpo e quindi anche nella tua mente che il riposo è l'unica soluzione per recuperare energie e il buon umore.
      In questo cammino non ho fatto nessuna sosta, nessun giorno in più da nessuna parte e questo inizia a farsi sentire.
      Aggiungiamo anche tutte queste montagne russe di emozioni contrastanti e mi sento sballottato di qua e di la come una trottola, non ho un punto fermo da seguire.
      Questo cammino mi sta costando molto di più del precedente: in termini energetici, emotivi, e perché no, anche economici.
      Ho quattro anni in più, e paradossalmente meno energia e meno entusiasmo.
      Oggi il cammino segue le stesse condizioni di ieri, spazi aperti, lunghe strade che attraversano campi infiniti e qualche scorcio marino di una bellezza mozzafiato; oggi dovrebbe essere l'ultima volta che vedremo l'oceano fino a Santiago.
      Passo la prima parte con Elena e Giulio per conoscerli meglio e devo dire che mi piacciono molto.
      Entrambi hanno il loro spazio vitale ma ogni tanto quando, camminando, si sfiorano tenendosi per mano è una cosa di una bellezza assoluta.
      Segue una lunga strada noiosa in cui sono da solo e non posso fare a meno che cantare per abbattere la noia.
      Ho Megan a qualche metro di distanza nel suo solito mood mattiniero fatto di cuffie e solitudine mentre tutti, a parte Giulio e Ale, sono avanti di un bel po'.
      Va bene così, sinceramente mi sono anche stancato di provare a intavolare una discussione; ho realizzato che quando il sottoscritto parla con Megan entrambi siamo persone diverse dalla realtà. Non so essere divertente in inglese e di sicuro non so fare discorsi profondi o raccontare aneddoti o emozioni. È come se io non fossi più io, ma una versione scialba, grigia e priva di sfumature.
      Lo stesso vale per lei, e me ne accorgo quando parla con la parte anglofona del gruppo o quando ride e scherza con Tony alla sera. E poi non sono certo un amico speciale, ha raccontato le sue cose a tutti i componenti ed io la capisco perfettamente perché con Chris e Matthew può interagire in maniera diversa.
      Il mio 'problema' ovviamente non è solo ristretto a lei ma anche a tutti gli altri; non ricordo più quando ho fatto un ultima discussione seria o importante con Matthew, ormai parliamo quasi soltanto in albergue quando c'è da fare baldoria e lui è molto allegro e mezzo ubriaco.
      Dopo una sosta in solitaria in un bar di questa cittadina di passaggio, mi accodo agli anglofoni che vedo seduti in una piazza, e percorro i prossimi 10 km con loro.
      Sembro uno zombie che arranca sulla carrettera e carpisco solo frammenti delle loro discussioni.
      Ci fermiamo in un parchetto sulla scogliera che sovrasta la spiaggia e recuperiamo le energie godendo di una vista stupenda.
      Erika vuole fare il bagno e successivamente viene seguita da Matt e Axel che fanno una corsa di 50 metri in stile Baywatch per buttarsi nell'oceano. Solo io e Megan rimaniamo fuori dall'acqua a guardia degli zaini; effettivamente il tempo è nuvoloso e le previsioni portano pioggia.
      Mi piacerebbe buttarmi ma non posso fare altri 5 km con il sale addosso, rischierei le mie solite irritazioni.
      Lei mi risponde male dicendomi qualcosa del tipo ' ognuno può fare quello che vuole' rispondendo in maniera totalmente fuori luogo ad una mia semplice ed innocua domanda ed io mi faccio un 'padre nostro' per non reagire e mi butto sullo zaino per chiudere gli occhi un momento e rilassare i nervi.
      Che Dio mi fulmini se chiedo qualcosa ancora a qualcuno.
      È facile fare gli splendidi alla sera davanti a vino e cerveza, ma se durante la mattina quando si cammina a volte si è così stronzi, c'è poco da fare.
      Dopo un po' me ne vado e procedo nel cammino; Axel mi ha sistemato lo zaino e adesso ho le spalle molto più scariche ma soffro molto più sui lombari; anche lo zaino è una questione di compromessi, è una questione di equilibrio.
      È una parte dura non per il percorso in sé, ma perché sono solo, stanco, annoiato e voglio solo arrivare a destinazione.
      Per fortuna incontro Christian, un ragazzo di Bologna, che mi salva da questo malessere che mi sta prendendo alla gola.
      Percorro gli ultimi km con lui e distrarmi è l'unica cosa che mi serve.
      Ribadelo è una città portuale e il ponte che segna l'ingresso in città, segna anche l'ingresso in Galizia.
      Rieccomi, terra amata, sono qui dopo 4 anni e anche se oggi lo spirito non è quello giusto per dirti 'ben ritrovata' non posso non fare un pensiero a questo mio ritorno dopo così tanto tempo.
      Mi doccio all'albergue, parlo un po' con Alessandro e Chris e dopo esco a vedere il pueblo con Fabi e Sandra.
      Ci sono problemi organizzativi e di opinioni per la prenotazione per domani ma alla fine risolviamo e saremo in 7.
      Sarei andato anche a pranzo con gli anglofoni ma, per quanto possano dire, non mi hanno invitato.
      Il mio pranzo è l'empanada che Chris generosamente divide con me.
      Il poco che vedo della città non mi soddisfa, ma sono sicuro che sia per colpa del meteo e della mia stanchezza.
      Torno all'albergue e mi addormento per un ora e mezza; la cosa non mi fa felice ma non ne posso fare a meno.
      Quando mi sveglio ognuno ha preso qualcosa per cena e sta mangiando le proprie cose alla stessa tavola. Corro al supermercato per gli affari miei e mi prendo un altra empanada e mi unisco alla tavolata ma senza partecipare attivamente, solo ascoltando.
      Megan parla molto con Tony, Ale con l'hospitalero che disegna parole in kanji giapponesi, e tutti gli altri fanno casino con la musica, le birre e il vino. Axel è il dj bello e dannato e col capello lungo 🤭.
      Ogni alcolico che offrono io lo rifiuto e molti mi chiedono perché sto così e se va tutto bene.
      Sandra mi consiglia una canzone di Antonio Orozco che parla di ansia e problemi di panico e depressione. Mi piacciono molto Fabi e Sandra e sono persone di cui sentirò la mancanza; ma allo stesso tempo non mi piace che tutti pensano che io sia una persona ansiosa e che abbia qualcosa che non va. Lo stesso Axel mi ha detto qualcosa di simile giorni fa.
      Ognuno di noi vive in quest'altalena di emozioni, solo che esiste chi si sa nascondere e chi no, chi ha i giorni down più volte e chi li ha meno volte. Non ci sono regole precise.
      Tony dice: 'mettete una canzone di Bruce Springsteen per Marco' probabilmente perché anche lui mi vede meno partecipe e Chris suggerisce The River ( la sua preferita).
      Ok, mi gusto il mio piccolo regalo ma la canzone non è certo nel mood della serata, essendo un testo malinconico.
      Il tempo passato con gli altri è la cosa più preziosa che ti possano regalare perché tutto questo non tornerà più, e oggi siamo 7 nazioni diverse a questa tavolata. Forse ho sprecato un'occasione non essendo nella mia migliore forma mentale e fisica. Ma sono talmente esausto di tutto che non riesco a godermi più niente, vedo cose che non mi piacciono e le interiorizzo troppo, quando invece dovrei solo lasciarle andare e mandare a cagare un po' di gente.
      È tardissimo ed i ragazzi come ultima canzone intonano "Dragostea Din Tei', un sorriso finalmente muove le mie labbra.
      Vorrei tornare a casa, ma ho davvero un posto da chiamare casa in cui tornare?

      PS: Galizia, spero che in questi giorni ti possa offrire la migliore versione di me stesso
      .
      'Ah marchè non ti fissá però, oggi stanno a fa'gli stronzi ma te te se vede proprio che te rode'
      Read more

    • Day89

      Dreams of pilgrims and surfers

      August 19, 2019 in Spain ⋅ ⛅ 14 °C

      Today was actually my first kind of "free" day since weeks. The last days I had to hurry up, because I have to be on Tuesday, 20.8. in our airbnb villa, because on Wednesday starts a conference (for workshop facilitators like me, where we want to invent new games and ideas to make workshops more creative).
      Now, that I know, that I will reach Porto in time, I could relax a bit. Anyway I had to finish an illustration for a German customer. And I could not imagine a better place to "work"! I mean, sitting in my mobile workplace with the view of the sea and sun, watching the surfers at the rip curls from time to time. Can it be better?
      For the draw-your-dream-mission it was also very good. Early in the morning I met 2 German pilgrim ladies, on their "Camino de Santiago" who liked to draw their dreams.
      During the day, although or maybe because of it was my free day and all surfers here at the mobile home parking are so relaxed, and I was relaxed as well, THEY asked me, if they were "allowed" to draw somethung.
      I Iiked it a lot, because it were so completely different people and all had completely different dreams. Have a look!
      Read more

      Traveler

      Ooops, the wave is a bit upside down. Anyway: dream is: surfing, wave, barrel

      8/19/19Reply
       
    • Day89

      Northwest Spain, surfers romance

      August 19, 2019 in Spain ⋅ ⛅ 15 °C

      After 2 tough days in the bus, each 500-700km, plus sightseeing, plus working on a drawing til 2o clock the last 2 nights, I just wanted to do a stopover anywhere at the seaside. I picked at Google maps just the next spot with looked like SANDbeach on the map.
      I arrived there and it turned out to be a hidden paradise. Lots of surfers. And my camper van feels happy among all other campers.
      The sunset from the cliffs at the bay was fantastic.
      Here it was the first time, where people came to me to ask me about the "draw your dream project", because they have seen the sticker on the van.
      Read more

    You might also know this place by the following names:

    Castropol

    Join us:

    FindPenguins for iOSFindPenguins for Android