September 2019
  • Day18

    Back home!

    September 22, 2019 in the United Kingdom ⋅ 🌧 18 °C

    Suona la sveglia, e’ tempo di ricomporre le valigie e via, direzione JFK Airport. Il nostro volo parte intorno alle 12 americane. Arriverà alle 3 del mattino successivo in Gatwick, a Londra.... da qui dopo 6 ore di “sonno” sdraiati sul pavimento, un volo ci riporterà alla quotidianità.
    Atterriamo a Genova alle 11 di Lunedì 23 Settembre... dopo poche ore, alle 14 timbrerò il cartellino a lavoro. Sveglia Luca... il sogno che hai vissuto nelle ultime tre settimane è finito...si torna alla quotidianità!!
    Read more

  • Explore, what other travelers do in:
  • Day17

    Chiudiamo con il "Top"!

    September 21, 2019 in the United States ⋅ ☀️ 25 °C

    E’ la nostra ultima sera negli States, l’ultima sera nella grande mela! Decidiamo di salire, per godere delle luci del tramonto, sul “Top of the Rock”, il rooftop del Rockefeller Center.
    Nel nostro primo viaggio eravamo già stati sia su questo, sia sugli altri osservatori... ma la vista dal Rockefeller per me è assolutamente la migliore.
    Sinceramente non pensavo di potermi emozionare come la prima volta uscendo dall’ascensore... e invece quella terrazza mi ha regalato nuovamente una delle viste più emozionanti della mia vita.
    Al tramonto la città è splendida, ma è immediatamente dopo il calar del sole che si mostra in tutta la sua bellezza.. nel giro di pochi minuti, con l’accendersi di tutte le luci, i grattacieli prendono più che mai vita!
    Tornati a terra ci concediamo un ultimo giro nel centro del mondo, a Times Square, perché è qui che deve iniziare e finire un viaggio a New York.
    Quante meraviglie abbiamo visto nelle ultime tre settimane... beh possiamo dire di aver chiuso con il “Top”!
    Read more

  • Day17

    Un pomeriggio a Central Park!

    September 21, 2019 in the United States ⋅ ☀️ 25 °C

    Pranziamo all’ombra di alcune piante in Central Park accompagnati da note di un dolcissimo violino, l’atmosfera è rilassante... ma siamo davvero nel centro di una metropoli!?
    Vaghiamo per quell’immensa meraviglia che e’ il parco, scattando foto e godendo di quello che ci attornia. Io e Marta decidiamo di raggiungere un punto panoramico nel parco, che nel nostro primo viaggio ci era entrato nel cuore.. dal ponticello in legno si apre una vista sul lago, increspato dalle piccole barche a remi, con sfondo su uno skyline di New York, che appare familiare ma completamente rinnovata rispetto a pochi anni prima... Confrontando le foto ci rendiamo conto di come molti grattacieli siano cresciuti dal nulla,in così pochi anni... New York è incredibile!
    Raggiungiamo il resto del gruppo all’ingresso del Guggenheim Museum. Il museo, già di per se interessante, resta per me un edificio unico... ne apprezzo tutto, come apprezzo tutto di F.L. Wright che lo ha ideato: il concept, il volume, il colore, ma soprattutto il suo criterio logico e razionale che ne impone le forme.
    Read more

  • Day17

    5th Ave!

    September 21, 2019 in the United States ⋅ ☀️ 25 °C

    Anche oggi stupenda giornata di sole, decidiamo di incamminarci lungo la quinta! Visitiamo nell’ordine la New York Public Library, la Grand Central Station il Rockefeller Center e la Saint Patrick Cathedral.
    Purtroppo abbiamo poco tempo per immergerci nella moltitudine di negozi e grattacieli che ci circondando.. entriamo rapidamente all’NBA store, all’Apple store e alla Trump Tower!
    Camminare sulla 5th Avenue è emozionante, è un susseguirsi di volumi, riflessi e suoni che trasporta fisicamente e mentalmente chi la percorre. La quinta ti immerge completamente in quella sensazione che si vive in tutta New York: qui si respira un’aria diversa, frizzante e viva... che solo chi ha vissuto può capire!
    Read more

  • Day16

    Arriva Alex!

    September 20, 2019 in the United States ⋅ 🌙 19 °C

    Visita alla Morgan Library & Museum, nata come collezione privata del banchiere J.Morgan, oggi divenuta un museo che ospita un patrimonio di manoscritti rari, stampe, spartiti, appunti e libri tra i più preziosi del mondo, nella loro versione originale, spesso scritti a pugno dall’autore.
    La visita è piacevolmente accompagnata da un quartetto che dal vivo fa risuonare nella biblioteca note classiche.
    Terminata la breve visita anche questa sera decidiamo di cenare in centro, nei dintorni di Times Square... siamo al completo è arrivato Alex!
    Dopo la cena la stanchezza si fa sentire, anche oggi giornata intensa.. Franco e Floriana si ritirano in albergo in cerca di riposo, noi ragazzi ci concediamo invece una birra in uno dei rooftop bar più famosi di New York, il 230 Fifth!
    Dalla terrazza panoramica del bar si gode di una vista incredibile sull’Empire State Building e i grattacieli circostanti... non male per una birra, no!?
    Read more

  • Day16

    In marcia con Greta - Friday for future!

    September 20, 2019 in the United States ⋅ ☀️ 22 °C

    E’ venerdì 20 settembre 2019, il “Friday for future”..Oggi Greta Thunberg ha aperto il vertice delle Nazioni Unite con un suo storico discorso:

    “....Ci state deludendo. Ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento. Lo sguardo delle future generazioni è puntato su di voi. Se decidete di deluderci, allora sappiate che non vi perdoneremo mai... Non vi lasceremo proseguire così. Qui e in questo momento noi segniamo la linea. Il mondo si sta svegliando e, vi piaccia o no, il cambiamento sta arrivando!”

    In tutto il mondo e chiaramente anche qui a New York sono previste numerose manifestazioni, e noi, senza neanche programmarlo ci ritroviamo in una di queste, accompagnati da una folla immensa che, a detta dei giornalisti, supererà le 250’000 persone.. al termine di questa, che sarà la manifestazione più significativa, Greta terra’ il suo discorso ai giovani del mondo, questo pomeriggio, da Battery Park!
    Dopo la manifestazione e un rapido giro nel distretto finanziario, davanti a Wall Street, decidiamo di rientrare verso l’albergo a piedi, facendo ciò che amo più di New York, camminare senza una vera e propria meta, con lo sguardo rivolto costantemente verso l’alto, respirando libertà.
    Read more

  • Day16

    Soho, Tribecca & Ground Zero

    September 20, 2019 in the United States ⋅ ☀️ 22 °C

    Usciamo in 5 dall’albergo, anche Laura si è unita al gruppo, e ci dirigiamo nella parte meridionale di Manhattan.
    Scendiamo dalla metro nel quartiere di Soho, attraversiamo Tribecca e puntiamo a Sud verso Ground Zero è il Financial District.
    I quartieri di Soho e Tribecca sono quartieri residenziali ricchi, con edifici di bassa statura rispetto al resto di Manhattan e richiami in stile classico, sono infatti spesso presenti colonnati e portici in corrispondenza degli ingressi. Altra caratteristica peculiare della zona sono le scale di emergenza, che si arrampicano su tutte le facciate degli edifici, diventando quasi un motivo architettonico ricorrente ma sempre diverso.
    Sullo sfondo, in ogni via, è possibile scorgere i grattacieli in acciaio e vetro della Lower Manhattan e il tutto rende questi quartieri ancora più unici.
    Percorriamo Hudson Street dirigendoci nell’area del World Trade Center. Io e Marta eravamo già stati qui, ma come ogni volta che si torna a a New York ci sono novità: “the oculus” di Calatrava!
    L’Oculus è il nuovo modo dei trasporti della Lower Manhattan, nato con l’intento di essere una stazione metropolitana contornata da negozi di vario genere, oggi rappresenta una realizzazione architettonica e strutturale, in acciaio e vetro, che perfettamente si inserisce nel contesto delle torri del Trade Center. Al suo interno una grossa piazza coperta, illuminata dalle vetrate, con vista sul One World Trade Center, divenuto ormai simbolo per eccellenza della città.
    Dopo una breve sosta a Ground Zero, sempre toccante con i suoi colori e con il rumore delle sue cascate, ci dirigiamo a Battery Park sulle sponde dell’Hutson River dove sono presenti molti locali per concederci un pranzo al sole.
    Read more

  • Day15

    Puntuali all'appuntamento!

    September 19, 2019 in the United States ⋅ 🌙 18 °C

    Rientrati intorno alle 18 in albergo ecco la nostra famiglia, puntuale all’appuntamento! Si, perché il viaggio a New York non è un nostro capriccio, ma un regalo a Floriana per il suo imminente sessantesimo compleanno!
    Nella Hall ci aspettano Franco e Floriana, Laura arriverà in serata e Alex il giorno seguente..!
    Usciamo tutti insieme per la cena, non rinunciando però ad una tappa imperdibile per chi è appena arrivato a Manhattan: Times Square, il centro del mondo!
    Luci, suoni, colori e una marea di persone invadono l’ambiente unico della piazza. È davvero come la ricordavo, folle e indescrivibile.
    Festeggiamo questo momento cenando al Burger & Lobster vicino a Times Square!
    Dopo cena rapido giro nei dintorni, godendo dello spettacolo che è Manhattan in notturna.. in particolare decidiamo di passare un po’ di tempo a Briant Park, rimasto nel cuore, a me e Marta, durante il nostro primo viaggio.
    Read more

  • Day15

    New York City!

    September 19, 2019 in the United States ⋅ ☀️ 19 °C

    Atterriamo all’alba al Newark Liberty International Airport, dopo una notte infernale per me, in aereo e con un mal d’orecchie terrificante!
    Raggiungiamo Manhattan e ci dirigiamo al “The Hotel@New York City” al 161 di Lexington Avenue, dove soggiorneremo in questi ultimi giorni americani!
    Lasciate le valigie, nonostante la stanchezza e il mio timpano sofferente, ci immergiamo immediatamente nelle vie di New York, città che amo, in cui io e Marta eravamo già stati nel 2015.
    La City è esattamente come la ricordavamo.. caotica, viva e luminosa, ma rinnovata in tanti spazi, volumi e nel suo skyline in continua evoluzione.
    Dedichiamo questa giornata alla visita di quanto non era stato possibile vedere nella nostra prima esperienza: il Metropolitan Museum e la Roosevelt Island.
    Il MET è immenso e ricco di opere d’arte di ogni genere, impieghiamo quasi tre ore a girarlo, evitandone per scelta alcune parti! Imperdibile anche l’ultimo piano del museo, adibito a giardino e rooftop bar, che apre una vista unica su central park e sui grattacieli che ne fanno da cornice.
    Rapido spuntino che sandwich e donuts ci dirigiamo sull’isola che tanto avrei voluto visitare già anni prima!
    L’isola raggiungibile da Manhattan in metro o con funivia che attraversa l’East River, è famosa perché oggetto di un’intervento di riqualificazione (ancora in atto) in chiave architettonica moderna, con all’estremità sud il celebre memoriale dedicato a Franklin D. Roosevelt, progettato da Luis Khan, architetto di fama internazionale oggetto dei miei studi universitari.
    L’ingresso al memoriale è costituito da un’ampia scalinata bianca, che salendo manifesta a chi la visita di trovarsi esattamente sulla punta meridionale di Roosevelt Island. Salendo gli ultimi gradini appare un grande prato che pende verso l’estremità dell’isola chiuso da doppi filari di tigli che obbligano lo sguardo verso il punto più basso del prato dove, immersa nell’East River, una stanza quadrata a cielo aperto, che custodisce il volto scultoreo del Presidente, chiude la composizione.
    Da questa estremità dell’isola si apre una delle viste più belle di New York, con i suoi alti grattacieli accerchiati dal blu dell’East River e l’azzurro del cielo.
    Read more

  • Day14

    Ultimo giorno in California!

    September 18, 2019 in the United States ⋅ ⛅ 18 °C

    Anche per noi questo è l’ultimo giorno in California, questa sera alle 11 abbiamo l’aereo che ci porterà a New York!
    Pranziamo in China Town dove Marta mi concede un ottimo Ramen, sapendo quanto amo questo piatto.
    Decidiamo di trascorrere il pomeriggio in centro vagando per le vie principali di San Francisco, entrando nei vari negozi e godendoci la tranquillità di questa città, che per i suoi ritmi, la sua pace ed i suoi edifici bassi sembra più una cittadina di provincia che una città da quasi un milione di abitanti.
    Read more