June 2016
  • Explore, what other travelers do in:
  • Day6

    Roussillon

    June 6, 2016 in France ⋅ ☀️ 20 °C

    Ultimo giorno, ma le sorprese non sono finite.. Eccoci infatti a Roussillon, il villaggio dell'ocra! Questo angolo del Luberon è davvero un tripudio di colori. La leggenda racconta che questa terra divenne rossastra per il sangue versato con il suicidio della bella Sirmonde, sposa di Raymonde d’Avignone. La fanciulla si gettò dall’alto delle falesie per il dolore, dopo che il marito uccise il suo amante, un giovane e aitante trovatore provenzale. Nel Sentiero delle Ocre tutte le sfumature di rossi, arancioni e gialli hanno trovato rifugio nelle terre e nelle rocce che compongono la valle delle Fate e le falesie dei Giganti, formazioni rocciose dalle forme ardite e dagli intensi colori.Read more

  • Day5

    Gordes

    June 5, 2016 in France ⋅ ⛅ 24 °C

    Questo meraviglioso villaggio arroccato su uno sperone di roccia è semplicemente spettacolare...

  • Day5

    Abbazia di Senanque

    June 5, 2016 in France ⋅ ⛅ 24 °C

    L’abbazia di Sénanque è un simbolo della Provenza, infatti viaggiando per questa regione la si vede raffigurata ovunque su cartoline e souvenir. Venne fondata dall’ordine cistercense e la sua posizione in una conca tra le colline è resa ancora più suggestiva, durante l’estate, dai campi di lavanda che vi sono stati piantati di fronte.
    Sfortunatamente, però, questi oggi non erano affatto in fiore e quindi è subito svanita la mia speranza di fare la classica foto da cartolina dell'abbazia immersa nel viola.. sarà per la prossima volta!
    Read more

  • Day5

    Fontaine de Vaucluse

    June 5, 2016 in France ⋅ ⛅ 25 °C

    Fontaine de Vaucluse è famosa per la sua sorgente sotterranea ed il suo fiume (Sorgue) verde smeraldo, con tante papere, e acque chiare e fresche, come decantava il Petrarca che qui visse per molti anni nel corso del 1300.

  • Day5

    Isle sur la Sorgue

    June 5, 2016 in France ⋅ ⛅ 25 °C

    Si riparte in direzione nord.. prima tappa è la ridente cittadina di Isle sur la Sorgue, famosa per i suoi negozi di antiquariato e ricca di canali e mulini ad acqua (tanto da essersi meritata il nome di "Venezia di Francia"). Qui ci siamo rilassati alla grande facendo una bella passeggiata tra le bancarelle del mercato domenicale.Read more

  • Day5

    Camargue

    June 5, 2016 in France ⋅ ⛅ 23 °C

    Oggi giornata decisamente più tranquilla e rilassante.. Ci dirigiamo infatti verso la Camargue, ossia la zona umida a sud di Arles. E’ un lembo di terra composto da 75.000 ettari di sabbia, paludi, stagni e risaie, un immenso parco di natura selvaggia e incontaminata, un tripudio di colori e di scorci inviolati, in cui l’uomo sembra essere ancora un ospite temporaneo. Fra fenicotteri rosa che placidamente camminano nell’acqua al tramonto rosso acceso, tori indomiti che pascolano nella brughiera e cavalli bianchi che vivono allo stato brado, questo fazzoletto di natura stupisce e affascina, spazzato dal vento impetuoso e scottato da un sole infuocato, che spacca la terra e accende i colori.Read more

  • Day4

    Spettacolo al Pont du Gard

    June 4, 2016 in France ⋅ ⛅ 19 °C

    Il Pont du Gard è una maestosa opera di ingegneria che testimonia la grandezza dei Romani. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1985, oggi è considerato il monumento antico più visitato di Francia e uno dei luoghi culturali più importanti d’Europa, tanto che la sua immagine compare sulle banconote da 5 Euro.
    Si sviluppa su tre piani di arcate costruite con blocchi di pietra calcarea pesanti oltre 6 tonnellate che i Romani si erano procurati dalle cave vicine al fiume. Ha un’altezza di 49 metri (è il più alto ponte d’acquedotto di tutto l’impero romano), e una larghezza di 275 metri (che gli serviva ad attraversare l’intero corso del fiume Gardon e sufficiente a canalizzare un volume d’acqua tale da assicurare a Nîmes circa 20.000 metri cubi al giorno).
    Tutte le sere, dal primo luglio al 31 agosto, il ponte si illumina in un gioco di suoni, colori, danze che lascia davvero senza parole!
    Read more