Satellite
  • Day4

    Evoura

    August 2, 2017 in Portugal ⋅ ☀️ 18 °C

    Stamattina alle 10 dovrebbe passare a prenderci un taxi (prenotato via App) per portarci all'aeroporto dove ritireremo l'auto a noleggio che ci accompagnerà per la restante parte del viaggio in Portogallo.
    La taxi sta è scatenata con sua Renault Clio così che in poco più di 15 minuti ci porta all'aeroporto. La procedura del noleggio auto è come sempre un po' macchinosa (!!!) ma alla fine verso le 11:30 ci consegnano la nostra Opel Corsa. Passiamo il ponte Vasco da Gama e puntiamo verso Setubal dove faremo sosta pranzo. Il parcheggio è un po' problematico con tutti 'ste personaggi loschi che si aggirano in cerca di mancia.
    Le viuzze del centro di Setubal sono carine, tutto lastricato in colori chiari e tutto molto ordinato; pranziamo in un locale sulla piazza principale veramente ottimo (n.2 di Setubal X TripAdvisor), con arredamento vintage ma con quello stile basilare ormai familiare del Portogallo: il rapporto qualità prezzo è strepitoso: conto totale 28€ !
    In ogni caso, poi insistiamo con un gelatinoso, carissimo e di scarsa qualità: in questo campo i Portoghesi non sono capaci.
    Riprendiamo la strada, evitando le autostrade, in direzione Evora. Inizialmente il panorama ricorda un po' la Puglia con queste distese di campi arsi dal sole; poi si va un po' in collina e con gli alberi usati per il sughero, mi viene in mete la Gallura. Facciamo un sosta ad Almacer con la sua tradizionale Placa de Toro che, a giudicare dalle dimensioni del parcheggio, pare sia molto popolare da queste parti. Si viaggia sempre sui 34 gradi per arrivare infine alla splendida Evora con il suo centro storico racchiuso fra le mura.
    Prima di cena usciamo X qualche bella foto e, dopo vari tentativi abortiti X locale pieno, ripieghiamo in un le calciò no all'aperto proprio a fianco dell'hotel.
    Read more